Proposte per una collezione

Proposte per una collezione

“LA MOSTRA INTENDE PROPORRE UN AMPIO PANORAMA DELLA SCENA ARTISTICA STORICA ED ATTUALE, METTENDO A CONFRONTO LE DIVERSE GENERAZIONI: AFRO, ALMAGNO, BONALUMI, BURRI, CAGLI CAPOGROSSI, CONSAGRA, CONTE, DELLE SITE, DOTTORI, EVOLA, FONTANA, LAZZARI, MASTROIANNI, NOVELLI, PERILLI, POLIAKOFF, PRAMPOLINI, CAROL RAMA, SADUN, SCIALOJA, SCHIFANO, TIRELLI, TURCATO, VERNA, VERONESI.”

Artecinetica-invito

Arte Cinetica e Programmata “l’arte del movimento”

“L’ARTE CINETICA FENOMENIZZA PER LA PRIMA VOLTA QUELLI CHE ERANO I POSTULATI TEORICI DEL FUTURISMO E SI PROPONE DI INTRODURRE IL MOVIMENTO NELL’OPERA ARTISTICA. L’ARTE PROGRAMMATA, DI CUI SI PARLA DAL 1962, INDICA UN’OPERA REALIZZATA IN BASE AD UN CALCOLO CHE CONSENTA VARIAZIONI FORMALI E CROMATICHE DELLE SEQUENZE FIGURALI, SECONDO UN CERTO ORDINE TEMPORALE, TRA RIPETIZIONE, VARIAZIONE, ACCADIMENTI CASUALI E COMBINAZIONE DEI PATTERN VISIVI.”

Spazi di luce

Spazi di luce

Partendo dal dialogo tra spazio ambientale e forma viene proposta una selezione delle opere recenti, un dialogo tra pittura e scultura, centrato sullo scambio tra vuoto e luce.

Domenica Futurista

In mostra un’accurata selezione di opere dei Maestri Futuristi e dell’Astrattismo, artisti che hanno fatto la storia dell’Arte, la cui opera dialoga con l’attualità dei contemporanei: Accardi, Almagno, Angeli, Alviani, Balla, Boccioni, Cerone, D’Anna, Hafif, Lorenzetti, Mastroianni, Prampolini, Porcari, Scolamiero, Severini, Tato.

GIULI, itinerari inesauribili della pittura

GIULI, itinerari inesauribili della pittura

“Gli itinerari tracciati da Giuli configuravano, da una tela all’altra, un percorso che suggeriva come il quadro non fosse che una porzione relativa di uno spazio che la pittura immaginava inarginabile, ben oltre dunque i limiti della cornice. Le sue strutture geometrico-cromatiche recavano articolazioni di parti concatenate senza inizio né fine, dettagli di un continuum di cui l’opera racchiudeva un’apparizione episodica.”