“Per Giacinto Cerone, la Pratica della scultura è stata da sempre caratterizzata da un sentimento profondo della materia e dello spazio e dal Rifiuto dei Codici Formali Correnti, alla ricerca di un’assolutezza poetica di grande qualità.”

domenica 4 dicembre 2011

 

Dopo il grande Successo della mostra antologica tenutasi a giugno di quest’anno Presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, domenica 4 dicembre, in Occasione dell’Evento Artughet 8, le Gallerie Edieuropa e Valentina Bonomo Roma rendono omaggio alla figura di GIACINTO CERONE con dovuto Importanti mostre antologiche.Le esposizioni Presso Le Due Gallerie del ghetto propongono un’ampia Selezione del lavoro dell’artista con opere realizzate Tra I Primi anni ’90 e Gli Inizi del decennio successivo: oltre Ai Lavori sculturei in gesso, plastica, bronzo, legno e ceramica, Saranno Presenti Anche i disegni e le opere su carta.

Per Giacinto Cerone, la Pratica della scultura è stata da sempre caratterizzata da un sentimento profondo della materia e dello spazio e dal Rifiuto dei Codici Formali Correnti, alla ricerca di un’assolutezza poetica di grande qualità.

 

Giacinto Cerone


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *