hafif

Marcia Hafif

Marcia Hafif, artista statunitense, aveva il dono della pazienza e dell’osservazione. Di primario interesse sono i suoi monocromi in cui indaga dimostrando come attraverso strutture perfettamente geometriche il colore dischiuda ulteriori dimensioni avvolgenti.

Domenica Futurista

In mostra un’accurata selezione di opere dei Maestri Futuristi e dell’Astrattismo, artisti che hanno fatto la storia dell’Arte, la cui opera dialoga con l’attualità dei contemporanei: Accardi, Almagno, Angeli, Alviani, Balla, Boccioni, Cerone, D’Anna, Hafif, Lorenzetti, Mastroianni, Prampolini, Porcari, Scolamiero, Severini, Tato.

Immagini del colore

“Il colore, come la struttura, è essenzialmente per l’artista un modo di appropriarsi dello spazio, e quindi della realtà essi hanno il potere di scoprirci attraverso le infinite combinazioni di tali elementi, uniti qualche volta alla forza di materiali nuovi, le infinite possibilità fantastiche che il nostro occhio, la nostra percezione, possono captare quando sono liberati da attese abitudinarie e conformistiche.”

Seventies

“GLI ANNI ’70 SONO ANNI DI LIBERTÀ, DI TRASGRESSIONE, DI LOTTE POLITICHE IN CUI ESPLODONO LA CREATIVITÀ, LA VOGLIA DI PROGRESSO A TUTTI I COSTI E NASCE IL GRANDE INTERESSE PER L’ARTE CONTEMPORANEA.”

Qui-arte-contemporanea-qui

QUI arte contemporanea QUI

“CONVINTI CHE L’ARTE FOSSE IL MEZZO MIGLIORE PER RAGGIUNGERE LA SENSIBILITÀ DELLA GENTE, VOLLERO UNO STRUMENTO PER SVILUPPARE UN SENSO CRITICO TRA LE MODE DEL MOMENTO, CARATTERIZZATE DA UN LINGUAGGIO COMPLETAMENTE NUOVO.”

vedo-rosso-invito

Vedo Rosso

“LA MOSTRA PROPONE, QUINDI, LE INFINITE DECLINAZIONI DEL ROSSO DA PARTE DI ALCUNI TRA I PIÙ NOTI ARTISTI CONTEMPORANEI ED OFFRE UN PANORAMA MOLTO VARIO, IN CUI NONOSTANTE IL COMUNE – È PROPRIO IL CASO DI DIRE – FIL ROUGE, OGNI OPERA È IL RISULTATO “UNICO” DI UNA SINGOLARE, PERSONALE INTERPRETAZIONE DI UN COLORE CHE NON HA MAI LASCIATO NESSUNO INDIFFERENTE.”